economia

Tutti i post nella categoria economia

fare sesso con Mario Draghi

Pubblicato 29 luglio 2015 da capriccietto

draghiSesso con Mario Draghi. Sìiii. Perchè mi piace. Sentirlo parlare in inglese durante i comunicati, rispondere alla stampa con lo stesso tono, lo stesso sguardo, non si sposta dalle sue posizioni. E’ fermo. Ha una bella faccia, pure capelli neri in testa, un naso deciso e labbra ferme. Fare sesso con Mario Draghi… la sfida sarebbe tutta lì… vederlo scomporsi… vederlo aprire la bocca [scusa Mario] 🙂 .

Annunci

OXI / NAI

Pubblicato 3 luglio 2015 da capriccietto

E, abbiamo imparato il greco, yes, oui, ja, da oggi si aggiungerà nai.
Se non fosse per la gravità degli eventi, questa è comunque l’operazione di marketing più riuscita per la Grecia dai tempi di Aristotele e Platone.
sento strisciare la follia di quanto sta accadendo
il tempo che macina
è stato bello vivere la parentesi rosa
ora mi appassiono al thriller

Democrazia

Pubblicato 24 giugno 2015 da capriccietto

Quello che accade oggi in Europa, svela una faccia della democrazia forse poco nota.
Democrazia è bello, ma bisogna fare un po’ tutti contenti.
Finchè andava relativamente bene economicamente, sembrava tutto bene giusto facile.
Ma oggi non va più tanto bene e la democrazia mostra le sue fragilità.
Ovvero se tutti possono andare al supermercato e riempire il carrello, chi più chi meno si va tutti a votare per raccogliere qualcosina, ma se finiscono i soldini dello Stato…

Democrazia. Tentavo di dire che anche la pratica democratica mostra falle, perchè sconfina sempre e sempre più col populismo. Qui la ricetta non so se possa esistere. Ma prometti bene per tutti e ti votano. Spiega che adesso non si può fare e ti cassano. Anche la democrazia è lobbistica, metti ideologica, chiamalo voto di scambio.

Poi chissà come ci sveglieremo domani….

Grecia / Syriza / Tsipras

Pubblicato 26 gennaio 2015 da capriccietto

Apollo / Socrate / dionisiaco …
………………… mica male che dopo quei duemila abbondanti anni stiamo qui a ri-sentire i greci.
Per loro sarà un eccitante momento di gloria, tornare ad esistere?

I mercati continuano a credere nella capacità delle banche centrali di orchestrare scenari economicamente desiderabili. Se questa convinzione dovesse essere messa in dubbio, e le banche centrali gettassero la spugna come ha fatto la Banca nazionale svizzera, la disinflazione potrebbe trasformarsi in deflazione da debito.

🙂 🙂 🙂