Democrazia

Pubblicato 24 giugno 2015 da capriccietto

Quello che accade oggi in Europa, svela una faccia della democrazia forse poco nota.
Democrazia è bello, ma bisogna fare un po’ tutti contenti.
Finchè andava relativamente bene economicamente, sembrava tutto bene giusto facile.
Ma oggi non va più tanto bene e la democrazia mostra le sue fragilità.
Ovvero se tutti possono andare al supermercato e riempire il carrello, chi più chi meno si va tutti a votare per raccogliere qualcosina, ma se finiscono i soldini dello Stato…

Democrazia. Tentavo di dire che anche la pratica democratica mostra falle, perchè sconfina sempre e sempre più col populismo. Qui la ricetta non so se possa esistere. Ma prometti bene per tutti e ti votano. Spiega che adesso non si può fare e ti cassano. Anche la democrazia è lobbistica, metti ideologica, chiamalo voto di scambio.

Poi chissà come ci sveglieremo domani….

Annunci

6 commenti su “Democrazia

  • l’Europa è sotto dittatura, certo non ci sono gli squadristi per le strade e nemmeno il coprifuoco ma questo vuol dire poco, una volta i popoli si annichilivano con la violenza e la sopraffazione, oggi per schiavizzarli è sufficiente impoverirli, è sufficiente sottopagarli, è sufficiente tagliare loro diritti, è sufficiente far credere che tutto ciò non ha un colpevole definito.

    • Può essere come dici, per molti aspetti lo è.
      Ma oggi si toccano con mano molte realtà.
      In fondo per molti democrazia era (è ancora?) un babbo buono che pensa a te…
      Un po’ come le ragazze che credono nel Principe azzurro.
      Invece, banalmente, lo Stato saremmo Noi. Che vuole dire dire dare, anche lavorare, programmare, pensare, sacrificare, eccetera – non solo ricevere.

      • certamente, per ottenere qualcosa bisogna sempre sacrificarsi ma deve essere un do ut des giusto, equilibrato, quando il sacrificio diventa martirio si è sotto dittatura. l’Europa non può essere un insieme di Stati che procedono a velocità differenziate, soprattutto non sta scritto da nessuna parte che la Germania debba decidere il destino di milioni di cittadini NON tedeschi. Hanno affamato la Grecia pretendendo tagli del 40% degli stipendi e delle pensioni, non basta, a Berlino vogliono altri tagli, questo significa AFFAMARE. Noi ci salviamo, per adesso, solo perché grazie a i nostri genitori e ai nostri nonni abbiamo un monte risparmi privati altissimo ma anche le dighe più grandi alla lunga si prosciugano se si continua ad attingere senza integrare. Il progetto Europa era nobile negli intenti ma è stato ignobile nella sua applicazione creando Stati di seria A, serie B e serie C.

  • Uffa. Non è che non lo capisca. Ma insomma. Metti che non sia colpa nostra, metti che hanno sbagliato quelli prima di noi. Mettici tutto.
    Ma il mondo in cui viviamo è questo. Nessuno regala niente. Ovvero nessuno ci regalerà niente. Spendere più di quando si guadagna ha una fine. L’Italia ne sa qualcosa!
    Sarà brutale realismo. Io sto in questo. Sarebbe bello se qualcuno ci aiutasse (noi, i greci, i portoghesi, gli spagnoli, i poveri, i profughi, gli immigrati, i disoccupati, gli esodati, eccetera).
    Ma non sarà così.
    Penso alla Grecia. Hanno le loro ragioni ma sono in un gioco più grande di loro e perderanno. Io posso fare beneficienza a uno che per strada chiede l’elemosina, ma se i soldi me li chiede mia madre che fino al giorno prima se li è sputtanati, io a mia madre faccio i conti in tasca, e non le regalo niente, mi limito a pagarle le bollette. Sennò finirà per sbancare pure me…

    • temo stiamo affrontando la questione su piani diversi, il bilancio tra i soldi che diamo all’europa e quelli che prendiamo è in passivo, versiamo più di quanto riceviamo, non solo, fino ad oggi tutta la questione immigrati, mare nostrum, l’abbiamo affrontata a spese nostre. L’europa, ci chiede dei parametri economici, per raggiungerli siamo piombati nel baratro esistenziale, quando li avremo raggiunti non cambierà niente. La Germania comanda, fa e dispone e suo piacimento, la Merkel ha voluto le sanzioni contro la Russia, bene, l’italia è il Paese che ci rimette di più, circa cinque miliardi all’anno grazie all’embargo di risposta. In tutti questi anni nessuno è ancora riuscito a spiegarmi per quale ragione la Merkel debba decidere il destino negativo di centinaia di milioni di cittadini europei, parte dei quali ridotti alla fame, il perché è chiaro, la Germania è l’unico Paese ad averci guadagnato.

      noi abbiamo sperperato per 60anni, che gli altri ci impongano di sistemare i conti rapidamente è concettualmente assurdo, grazie a queste pretese siamo piombati in recessione, abbiamo il record delle tasse, è quasi raddoppiata la disoccupazione, ci sono mezzo milione di esodati ridotti alla fame dopo aver lavorato tutta la vita, abbiamo raggiunto i nove milioni di poveri, è aumentata la delocalizzazione e sono calati gli investimenti, ogni anno migliaia di aziende chiudono, falliscono. Come ti ho scritto prima, quando avremo finito i risparmi faremo la fine della Grecia, nel mentre i tedeschi si ingrassano panza e tasche.

  • … non vorrei entrare in una discussione di cui sono pieni i giornali e anche i talk. Ognuno di noi può se vuole leggere ascoltare farsi un’idea e schierarsi.
    E’ chiaro che a te sta antipatica la Germania, io non è che l’abbia sposata ma comprendo il suo rigore (dimenticando il passato sennò si degenera in questioni storiche che nel presente non saprei quanto possano rilevare).
    Ma guardando a quello che succede oggi proprio, in questo momento, chi sta provando a fare saltare il banco per interessi personali? tutto ‘sto casino, alla fine è credere o no nell’euro. La Grecia sta ricattando l’euro. Sicuro che sia giusto?
    Poi. Non so come finirà.
    Credo che fosse un sogno credere che tutto sarebbe andato bene, la realtà è che stiamo transitando. Ci vuole tempo. Se diventeremo più uniti e solidali sarà nel tempo, lasciando il tempo di capire e sperimentare, entrare ed uscire. sarà una elasticità che fa male. Ma non ha senso secondo me tornare al piccolino, allo staterello. Siamo Europa. Ci arriveremo.

    Poi, sinceramente il mio post originariamente parlava d’altro.
    Democrazia. Tentavo di dire che anche la pratica democratica mostra falle, perchè sconfina sempre e sempre più col populismo. Qui la ricetta non so se possa esistere. Ma prometti bene per tutti e ti votano. Spiega che adesso non si può fare e ti cassano. Anche la democrazia è lobbistica, metti ideologica, chiamalo voto di scambio.

    Poi chissà come ci sveglieremo domani….

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    w

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: