Archivi

Tutti gli articoli per il mese di giugno 2015

Democrazia

Pubblicato 24 giugno 2015 da capriccietto

Quello che accade oggi in Europa, svela una faccia della democrazia forse poco nota.
Democrazia è bello, ma bisogna fare un po’ tutti contenti.
Finchè andava relativamente bene economicamente, sembrava tutto bene giusto facile.
Ma oggi non va più tanto bene e la democrazia mostra le sue fragilità.
Ovvero se tutti possono andare al supermercato e riempire il carrello, chi più chi meno si va tutti a votare per raccogliere qualcosina, ma se finiscono i soldini dello Stato…

Democrazia. Tentavo di dire che anche la pratica democratica mostra falle, perchè sconfina sempre e sempre più col populismo. Qui la ricetta non so se possa esistere. Ma prometti bene per tutti e ti votano. Spiega che adesso non si può fare e ti cassano. Anche la democrazia è lobbistica, metti ideologica, chiamalo voto di scambio.

Poi chissà come ci sveglieremo domani….

Imbecilli sul web

Pubblicato 16 giugno 2015 da capriccietto

Le recenti affermazioni di Umberto Eco: «I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. È l’invasione degli imbecilli».

Molte repliche, spesso condivisibili, la cui morale sembra essere “nel bene e nel male ci vuole pazienza”.

Per esempio:
“Comunque è banale/arrogante definire “imbecilli” una moltitudine di individui, che nella palestra della libertà di pensiero – costruita al contempo dai martiri e dalle Corporations – sta maldestramente sperimentando la propria lecita facoltà di espressione”. (Glauco Benigni a Dagospia – http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/eco-sconnesso-glauco-benigni-ma-umberto-eco-che-parla-imbecilli-102743.htm )

Pulizia

Pubblicato 11 giugno 2015 da capriccietto

La ricerca di “pulizia” è un quasi suicidio ?
Di frequente scrive chi non ha come lavarsi,
gli manca la vasca da bagno neanche una frugale doccia.
C’è un paradosso però. Riguarda l’esistere dove (o come).
Scrivere su un blog come lavarsi: allora è acqua sporca.
Non scrivere su un blog per non sporcare: allora è suicidio virtuale…

Deve esserci un altro modo di vivere, conciliando reale e virtuale.