essere una donna

Pubblicato 21 novembre 2014 da capriccietto

…più ci rifletto e più lo trovo misterioso e [ ].
Fossimo soltanto ancora animali si potrebbe trovare un senso,
ma essendo la fase superata dall’homo sapiens …
In Australia, due giornalisti lui maschio e lei femmina. Lui si è presentato per un intero anno con lo stesso abito e non se ne è accorto nessuno. Lei invece ogni giorno attenta non solo al vestire ma anche al trucco, alla pettinatura e insomma all’apparire.

Essere una donna è questo?

http://www.huffingtonpost.it/2014/11/19/conduttore-tv-stesso-abito-nessuno-se-ne-accorge_n_6183332.html

Annunci

6 commenti su “essere una donna

  • non mi pare una cosa grave, tantissimi uomini, anche quelli della tv italiana, adottano il look fisso, non conosco i dati del suddetto esperimento ma credo siano state le stesse donne a criticare la conduttrice, è una metonimia.

  • Grave? magari greve…
    nel senso: lo sai che palle dover cambiare ogni giorno il look?
    [ma per molte donne l’operazione è fonte di gioia – del resto se così non fosse sarebbe un duro colpo per un’economia già abbastanza provata – ovvero il mondo girerebbe lo stesso se s’invertono i poli ???]
    E, dove leggi la metonimia?

    • ciò che descrivi è tutta una metonimia, conduttori con il look fisso, conduttrici che si cambiano in continuazione e pettegoli che criticano, è la figura retorica della tv mondiale.

  • 🙂 Già. Ma la parte per il tutto, se si riferisce alla forma porta a un dilemma che non ho mai risolto. O meglio con cui sono sempre stata “semioticamente” in conflitto. Forma e contenuto, significante e significato, da Saussure in poi…

    • …… se fossero altri tempi, tempi più lieti, ameni e leggiadri,
      quanto sarebbe bello mettersi a conversare sul significante delle apparenze!
      Come già scritto sopra il rapporto tra forma e contenuto è un dilemma che non ho mai risolto (e forse sono in buona compagnia – c’è chi sostiene che la forma è sostanza – chi pontificava sulla forma del significante, tale Hjelmslev?).

      Banalmente potrei sperare che presentarsi e basta vale poco, se non per truffare e per gli stolti (che però sono sempre numerosi) – Però fare buon marketing di se stessi paga sempre.
      Aihmè, io ho sempre sprezzato l’apparenza; perciò sono consapevole per esperienza che pochissimi sanno vedere oltre la pellicola. Quasi una “patina” persa… (prima avevo scritto “partita” persa).

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: