Tangenti. Trenino. Inculiamoci tutti!

Pubblicato 5 giugno 2014 da capriccietto

C’è una piccola volgare morale.
Quella del trenino.
Io inculo te che tu inculi lui che lo mette in culo a quell’altro che poi lo fa a uno che poi s’infila in quello che lo mette da quel tipo ……… finchè ritorna.
Perchè l’idraulico avrà bisogno di comprarsi un frigorifero e chi vende il frigo avrà bisogno di un elettricista e l’elettricista avrà bisogno dell’imbianchino e all’imbianchino si romperà il condizionatore…

Oggi la corruzione sul Mose
ieri quella sull’Expo
ieri l’altro le Regioni
prima Tangentopoli.

E tutti sempre a deprecare, inorridire.

Beh…io…meno.

Mi ricordo:
– di quello stronzo che mi ha venduto vari elettrodomestici (una cucina, un’aspirapolvere e altro) che erano rimanenze di magazzino e io non lo sapevo e non solo non mi ha fatto lo sconto ma le ho pagate pure di più
– di quello stronzo che voleva montarmi un condizionatore facendomelo pagare un casino e solo quando gli ho chiesto “ma non si può spendere meno?” ha cambiato marca
– di quello stronzo che voleva rifarmi lo scarico del wc quando bastava cambiare la guarnizione (e me la sono cambiata da sola – con un po’ di stress)
-di quello stronzo che mi ha chiesto le chiavi perchè poteva imbiancare di notte – e il giorno dopo ho capito che non si può imbiancare un muro al buio
– di quello stronzo che quando mi è saltata la luce in casa mi ha detto che bisognava rifare l’impianto, e mi ha staccato dei fili e diceva che non sapeva perchè non si accendeva più la luce in quella camera – e poi mi sono accorta che c’era una presa bruciata e lui neppure aveva spostato il forno elettrico per guardare (poi mi sono cambiata la presa da sola e dopo funzionava tutto – vabbè non sono ancora a norma però funziona)
– di quello stronzo che perchè volevo mettere su una caldaia nuova mi ha suggerito l’impianto più caro e alla moda che però in un appartamento condominiale di 60 mq non ha senso (e devo ancora sostituirla la caldaia)
– di quello stronzo che mi ha “regalato” un supporto per la tenda della doccia che costa dieci euro scarsi e mi ha “regalato” un tubo di silicone che era ormai vuoto; ma nella sua nota spesa dei lavori che mi aveva fatto invece che manopodera aveva scritto “tempo perso” (ho conservato il documento)
– di quella stronza che voleva vendermi un obbligazione strutturata
– di quello stronzo che voleva vendermi un fondo azionario a cedola garantita

Sbagliando si impara. Io ho imparato.
Però adesso quando devo comprare o riparare qualcosa …mi viene l’ansia.
Rimando.
Non ho più la gioia, il gusto. Mi tengo il vecchio acquaio di mia nonna.
Mi tengo i miei rubinetti vecchi che perdono.
Mi tengo il divano sfondato.
Mi tengo il lampadario con la lampadina che non si accende.
Chissenefega.

Poi dicono che l’economia è bloccata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: